un anno a doppia velocità
Un anno a doppia velocità

Se nel 2020 il tempo si è fermato, il 2021 è stato l’anno in cui il tempo, dopo una partenza lenta, si è rimesso in moto a doppia velocità per recuperare. In parte era prevedibile: i lunghi mesi di lockdown ci hanno permesso di formulare tanti progetti, che aspettavano solo di essere messi in atto.

Il risultato si può vedere innanzitutto dai nuovi titoli che hanno arricchito il nostro catalogo: nel corso del 2021 abbiamo scoperto i retroscena della psicoanalisi con Pietro Roberto Goisis, imparato i trucchi della traslocatrice seriale Ludovica Amat e dell’addestratore di cani Andrea Grisi, scalato in bici Les 7 Majeurs insieme a Giacomo Pellizzari. Guidati sapientemente da Paola Zatti e Francesca Amirante, abbiamo visitato a passo lento Venezia e Napoli, mentre Paola Iaccarino Idelson e Marina Mosca ci hanno fatto riscoprire il piacere di cucinare e condividere il cibo con consapevolezza. Inoltre, il maestro Tetsugen Serra ci ha offerto un nuovo punto di vista sull’incertezza (che ora più che mai domina le nostre vite) e grazie a Stefano Zuffi e Luca Micheletti abbiamo guardato con occhi diversi a grandi opere del passato.

Nel frattempo, come avrete senz’altro notato, abbiamo voluto prenderci il tempo per rinnovare il nostro portale online e renderlo più leggero e agile, per permettervi di scoprire i nostri libri in tutta comodità e rimanere sempre informati sulle novità e gli appuntamenti. Non vediamo l’ora di ricevere nei prossimi giorni le vostre prime impressioni e suggerimenti per rendere il nostro sito ancora più bello!

Con il nuovo anno riparte anche il blog Leonessa. Nato per raccontare l’impatto della pandemia da Covid-19 sulle vite dei giovani bresciani, in vista di Brescia e Bergamo Capitali della cultura 2023 anche Leonessa cambia ed evolve, proponendosi di portarvi ogni tre mesi alla scoperta di nuove e inaspettate realtà culturali della periferia bresciana. La prima tappa esce esattamente fra una settimana e vi porterà alla Biblioteca Comunale di San Polo, che grazie alla passione dei bravissimi bibliotecari Luigi e Roberta sta diventando un punto di riferimento per un quartiere con tante difficoltà.

Per ora vi ringraziamo di averci letto e vi invitiamo, se non l’avete già fatto, ad iscrivervi alla nostra newsletter. A presto!