Short Story 2016 – Racconti premiati

Qui di seguito i tre racconti premiati selezionati dal premio Short Story, edizione 2016:

1° CLASSIFICATO:
“L’ultimo viaggio” di Ilaria Palomba

Il tema della migrazione, del nomadismo, del viaggio per fuggire dall’orrore – così presente nei racconti pervenutici (quasi cento) – viene qui declinato in modi personalissimi e con una lingua vibrante, evocativa, quasi stregata. Il reportage diventa onirico, la sociologia si frantuma nella visione notturna e spettrale (entro “una distesa di vento infinito”), la cronaca incontra una perturbante surrealtà. La letteratura si conferma come straordinaria forma di conoscenza, che non ci restituisce solo la realtà – la realtà fattuale, riflessa nei media – ma la logica profonda, invisibile della realtà. È “oggettiva” proprio perché scende negli abissi dell’“io”, fino a incontrare un po’ misteriosamente il “noi”.

2° CLASSIFICATO:
“Resilienti” di Ubaldo Busolin

Asciutto referto su una storia attualissima di ordinaria precarietà. Lo stile sobrio e referenziale, del tutto privo di pathos, quasi senza espressività, proprio perciò mostra per intero la drammaticità insostenibile del contesto; e ci indica però una possibile via di uscita, una provvidenziale capacità di “resilienza”.

3° CLASSIFICATO:
“Quando sei morto non puoi lavarti dietro le orecchie” di Paolo Restuccia

Quasi microromanzo di formazione in una prosa lieve, straniante, che rispecchia la ossessività stralunata, luttuosa e un po’ comica del personaggio: il figlio di fronte al corpo inanimato della madre ripercorre il complicato rapporto con lei e finalmente trova la via per emanciparsi e divenire maturo.

Clicca qui per scaricare l’ebook gratuito con i racconti premiati delle edizioni 2015-2018.

Copertina di Short Story 2015-2018 per Short Story 2016 - racconti premiati