Racconti Premiati – Edizione 2017


Concorso Short Story


Qui di seguito i tre racconti selezionati dal premio Short Story:

1° CLASSIFICATO:
“La vita, un dono da accudire a ogni costo”
di Astolfi Gabriele

La letteratura intesa come l’unico spazio culturale capace di accogliere la malattia, mettere al centro il dolore, non rifiutare l’aspetto tragico dell’esistenza. In questo racconto il lettore è sedotto da una voce femminile capace di tenere insieme dramma e leggerezza, narrazione e riflessione. Il viaggio verso il buco nero della coscienza – la malattia dell’Alzheimer – è reso attraverso un virtuoso flusso di un’anima scarnificata eppure ancora vitale.

2° CLASSIFICATO:
“Campo di carne”
di Bibolotti Elena

Una vita da incubo narrata come fosse il diario mentale di una prostituta. La scrittura asciutta e tagliente restituisce la drammaticità di un’esistenza disperata. Il racconto non cede a una retorica del dolore ma sceglie la via di una discesa agli inferi piena di affetto, angoscia e desiderio di salvezza, per descrivere un personaggio determinato, coraggioso, lucido e eppure schiacciato dalla violenza che la circonda.

3° CLASSIFICATO:
“Non cercatemi qui”
di Malagoli Piero

Secondo la tradizione novellistica italiana, il racconto prepara un ribaltamento che sorprende il lettore alla fine della storia. La vita e i sogni di gloria di un giovane giocatore di football, infortunato, finiscono sui marciapiedi di Boston. Il racconto, poetico e con una vena nostalgica, ha trovato la voce giusta e l’ambiente adatto per mettere in scena una vita al crepuscolo, mossa dal guizzo di una coscienza capace di innescare un testacoda narrativo.

 



PRIMO CLASSIFICATO
“La vita, un dono da accudire a ogni costo”
di
Astolfi Gabriele

View Fullscreen



SECONDO CLASSIFICATO
“Campo di carne”
di
Bibolotti Elena

View Fullscreen



TERZO CLASSIFICATO
“Non cercatemi qui”
di
Malagoli Piero

View Fullscreen