Longevità di un’impostura: Michel Foucault

Da (autore)Jean-Marc Mandosio

 

Foucault è ancora intoccabile?

Michel Foucault è considerato il più grande filosofo francese del suo tempo, un autore di culto che a decenni dalla morte viene ancora indicato come uno degli intellettuali più influenti della nostra epoca. Non sono mancate critiche al suo lavoro ma il pamphlet di Jean-Marc Mandosio, oltre a riesaminare l’eredità lasciata dall’autore di Le parole e le cose e Sorvegliare e punire, mette alla prova la coerenza tra la condotta e il pensiero di Foucault, mostrando come le sue teorie siano state orientate spesso da semplice convenienza.

Autore: Jean-Marc Mandosio
Prezzo Cartaceo: 14 €
Prezzo eBook: 6,99 €
Data di uscita: 08/06/2017
Formato: 11,5 x 17,5 cm
Pagine: 160
ISBN: 9788899438111
ISBN ebook: 9788899438197

Leggi la descrizione completa →
Leggi la rassegna stampa →

14,00

Reset

Longevità di un’impostura: Michel Foucault

Dietro il pensiero di un filosofo più citato che letto gli inganni di un’intera cultura.

Michel Foucault è considerato il più grande filosofo francese del suo tempo, un autore di culto che a decenni dalla morte viene ancora indicato come uno degli intellettuali più influenti della nostra epoca. Non sono mancate critiche al suo lavoro ma il pamphlet di Jean-Marc Mandosio, oltre a riesaminare l’eredità lasciata dall’autore di Le parole e le cose e Sorvegliare e punire, mette alla prova la coerenza tra la condotta e il pensiero di Foucault, mostrando come le sue teorie siano state orientate spesso da semplice convenienza.
Opportunista, privo di rigore, incoerente e preoccupato per prima cosa della sua carriera universitaria, ha assecondato molte mode culturali: anticomunista, marxista, vicino ai maoisti, goscista, esponente dello strutturalismo per rinnegare sempre tutto al momento giusto.
In Longevità di un’impostura: MIchel Foucault, Mandosio coglie doppiezze di un uomo che ha sempre criticato i sistemi di potere senza mai disdegnare i ruoli istituzionali che quel potere gli offriva. Il suo tragitto filosofico si mostra lastricato di ipocrisie, trucchi usati per presentarsi come un pensatore eccezionale – grazie a un linguaggio oscuro, vago, usato per abbagliare i lettori. Mandosio demolisce con eleganza e piglio graffiante il mito Foucault e la venerazione dei suoi seguaci.
Dalla prefazione di Jean-Marc Mandosio

Visto che i libri di Foucault sono delle «cassette degli attrezzi», conviene esaminare più da vicino quanto valgono gli attrezzi in questione, in particolare sotto l’aspetto della loro pertinenza filosofica e storica — i due punti forti del pensiero del maestro, nel quale alcuni vogliono vedere «il più grande filosofo francese» del suo tempo e un autore che ha «rivoluzionato la storia». Non sarà poi inopportuno confrontare le «bombe molotov» teoriche di Foucault con gli atteggiamenti che ha tenuto nel corso della sua carriera e nel suo impegnarsi e disimpegnarsi militante. 

L’Autore

Jean-Marc Mandosio, nato nel 1963 a Parigi è professore universitario e traduttore francese specialista in letterature neolatine. Le Discours de la méthode de Denis Diderot (2013) è il suo ultimo libro