Il trasloco felice. Manuale di sopravvivenza

16,00

Il trasloco felice. Manuale di sopravvivenza

16,00

Per non farsi schiacciare dall’idea del proprio trasloco-gigante, bisogna abbracciarlo, anzi, arrampicarsi sulle sue spalle, per dirigerlo. Facendo così, quella fatica si trasforma in un vero viaggio e non in una parentesi tra una casa e un’altra, tra un prima e un dopo, tra qualcosa che si ha amato e qualcos’altro che ci si prepara ad amare.

Il trasloco è considerato un trauma dalla maggior parte delle persone che vi si cimentano, in questo libro Ludovica Amat prova a ribaltare la prospettiva facendo del trasloco un percorso quasi iniziatico per migliorare la propria esistenza.

Il trasloco felice è un vero e proprio manuale di sopravvivenza in cui l’autrice, fanatica praticante di quello che definisce nomadismo urbano, ci aiuta a pianificare il nostro trasloco, alternando regole disciplinate e facili da seguire a racconti tragicomici dei suoi innumerevoli traslochi.

Un libro in cui si parla anche di musica, tempo, tesori e fate, intervallato da ventitré racconti di persone che hanno affidato a Ludovica Amat la memoria del proprio trasloco straordinario, dagli anni ’30 fino ai tempi di Covid.

Disponibile in formato cartaceo e in ebook 

marzo 2021

Descrizione

Nessuno ha mai detto che sia facile, ma è un pocome nascere: ne vale, letteralmente, la pena.

Il trasloco felice di Ludovica Amat non è per chi crede che delegare il proprio trasloco a qualcuno sia la soluzione ideale al dolore, o alla liberazione, che si prova separandosi dalla casa in cui si è vissuti fino a quel momento; questo libro è per chi vuole affrontare quel passaggio, inevitabilmente faticoso o drammatico, guardandolo in faccia e facendolo proprio, riconoscendo il valore rigenerativo che porta in sé, perfino nella situazione – usuale di questi tempi – in cui si migra in una casa un po’ più piccola, un po’ più lontana o un po’ più modesta della precedente.

Il trasloco è una di quelle esperienze fondative che non si possono ripetere, delegare, dimenticare. Una di quelle situazioni irripetibili che ci fa sentire sia minuscoli sia invincibili. Ludovica Amat, grande esperta di nomadismo, si offre come sapiente regista del nostro guado, intrecciando preziosi consigli a storie di piccoli e grandi traslocatori. Con lei scopriremo le regole d’oro per organizzare il tempo e lo spazio, per riempire lo scrigno dei nostri tesori, per imparare la “filosofia dello svuotamento” e compilare l’immancabile “quaderno di bordo”, per preparare la “borsa della sopravvivenza” e organizzare la “festa di ringraziamento”. E per declinare, ognuno al proprio meglio, la leggerezza dell’essere.

Ludovica Amat, cagliaritana di antica origine catalana trapiantata da cinquant’anni a Milano, si occupa di comunicazione d’impresa. Nel 1994 ha pubblicato La sindrome della Madonna, per la collana “Millelire” di Stampa Alternativa. Nel 2013, per Et/al edizioni, ha pubblicato Sessanta giorni e finiscono i soldi. Ha cambiato tredici case e quindici uffici. Se potesse, traslocherebbe ogni tre anni, per mettere radici in tutta la città, affezionarsi a ogni quartiere, riconoscersi “del posto” ovunque.

www.iltraslocofelice.it

Informazioni aggiuntive

Autore

Ludovica Amat

ISBN

978-88-99438-75-3

Formato

11,5 cm x 16,5 cm

Pagine

208 pagine

Prezzo Libreria

16,00 euro

Prezzo eBook

6,99 euro