Histoire du soldat

 

Per la prima volta in italiano, il copione originale di un capolavoro del teatro musicale del Novecento.

Luca Micheletti, uomo di lettere e di teatro che più ha più volte lavorato sull’Histoire du soldat, pubblica ora la traduzione italiana del copione del ’18 mai più rappresentato da oltre un secolo, svelando prospettive inedite su un classico contemporaneo che non smette di stupire.

Autore: Charles-Ferdinand Ramuz, Igor Stravinskij
A cura di: Luca Micheletti
Prezzo Cartaceo: 16 €
Prezzo eBook: 6,99 €
Data di uscita: 30/09/2021
Formato: 11,5 x 16,5 cm
Pagine: 208
ISBN: 9788899438920
ISBN ebook: 9788899438999

Leggi la descrizione completa →
Leggi la rassegna stampa →

Prosegui sul sito del rivenditore

Reset

L’Histoire du soldat è un’opera che sfida ogni definizione: attraverso l’alternarsi di scene recitate, narrate, danzate e numeri strumentali, racconta il mito intramontabile del patto con il diavolo, tradotto in una fiaba cubista, vivace ed emozionante.

Frutto dell’affiatata collaborazione fra Igor Stravinskij, esiliato e deluso dopo la Rivoluzione d’ottobre, e lo scrittore svizzero Charles-Ferdinand Ramuz, l’Histoire si ferma subito dopo la première nel settembre 1918, a causa dell’influenza spagnola che sta dilagando in Europa.

Mentre le musiche di Stravinskij godranno di un successo proprio, Ramuz rielaborerà radicalmente il copione, ormai senza l’apporto creativo del compositore. Il testo originale “a quattro mani” di quella prima leggendaria verrà così dimenticato fino ad anni recenti.

Luca Micheletti, uomo di lettere e di teatro che più ha più volte lavorato sull’Histoire du soldat, pubblica ora la prima traduzione italiana di quel copione del ’18 mai più rappresentato da oltre un secolo, svelando prospettive inedite su un classico contemporaneo che non smette di stupire.

Luca Micheletti

Luca Micheletti (Brescia, 1985) è regista, attore e barito­no. Formatosi fin da giovanissimo nella Com­pagnia Teatrale I Guitti di cui è oggi regista stabile, dottore di ricerca in Italianistica, dopo aver conseguito numero­si riconoscimenti per la sua attività in palcoscenico e al cinema (fra cui il Premio Ubu 2011 e il Pirandello 2015), ha debuttato all’opera come baritono, riscuotendo un successo internazionale che lo ha porta­to in breve tempo sui più grandi palcoscenici mondiali, diretto da grandi maestri come Riccardo Muti.

Ha all’attivo un’intensa attività editoriale che include traduzioni, curatele, adattamenti drammaturgici e opere proprie. Fra gli altri, si è occupato di B. Vian (GAM 2008), B.-M. Koltès (Editoria&Spettacolo 2009 e Diabasis 2013), B. Brecht (Ponte Sisto 2011), T. Accetto (Bulzoni 2011), C.-F. Ramuz (GAM 2012), F. Kafka (Sedizioni 2014), K. Mann (Sedizioni 2015), Molière (Falsopiano 2018), H. Ibsen (Cue Press 2019). Per Sedizioni ha pubblicato an­che il suo primo romanzo, Tutta la felicità (2015), e la sil­loge drammatica Scenari di Belfort (2017).

Per Enrico Damiani Editore ha curato le letture de Il MisantropoIl fu Mattia Pascal per la collana Gli Unici.

Leggi l’intervista a Luca Micheletti