IN USCITA

Difendiamoci dall’inquinamento verbale

DI COSA STIAMO PARLANDO?
Le frasi e i tic della lingua quotidiana.

Dieci autori — linguisti, scrittori, poeti — commentano altrettanti stereotipi e tic della nostra conversazione, specchio fedele della società italiana: “In qualche modo”, “Si prega gentilmente”, “Esatto”, “Location”…
Da sempre la conversazione quotidiana è caratterizzata da modi di dire che, volta a volta, esprimono lo spirito del tempo. Solo alcuni di essi sopravvivono darwinianamente e si riadattano alle nuove epoche: come il sempreverde “fico” o “figo”, inalterato dagli anni ’60 ad oggi. Nulla di cui scandalizzarsi. Non bisogna farsi censori del lessico e, se qualcuno dice “un attimino”, pazienza.
Però mai come oggi, nella nostra società che ha rilanciato anche attraverso i social network la chiacchiera, quelle interiezioni hanno generato un inquinamento verbale che ha soprattutto la funzione di riempire il vuoto.
“Chi parla male, pensa male e vive male” (Nanni Moretti)
Un airbag contro l’invadenza aggressiva del linguaggio comune
GLI AUTORI
Teresa Ciabatti, Giuseppe Culicchia, Valeria Della Valle, Piero Dorfles, Vincenzo Ostuni, Antonio Pascale, Giuseppe Scaraffia, Simonetta Sciandivasci, Nadia Terranova, Edoardo Zuccato.
Introduzione e cura di Filippo La Porta
In uscita il 6 novembre 2017

€ 12,00

IL FU MATTIA PASCAL
Luigi Pirandello

Riproposto a centocinquanta anni dalla nascita (1867).
Prefazione di Antonio Pascale
Illustrazioni di Ruggero Savinio
È il romanzo che apre il Novecento e anticipa tutti i temi che segneranno il percorso artistico del secolo: l’identità molteplice, il desiderio di fuga e di riscatto, l’illusione di poter cambiare radicalmente vita liberandola dalle pressioni sociali. L’acutezza psicologica del romanzo, del 1904, è in grado di denunciare l’inevitabile fragilità del sogno, sempre attuale, di inscenare vite artificiali e virtuali. Come indica Antonio Pascale nella sua ironica e illuminante lettura, questo intramontabile dramma esistenziale di Pirandello può essere inteso come una mappa universale dei sentimenti umani e un grido d’allarme lanciato per la nostra epoca.
GLI AUTORI
Antonio Pascale
Nato a Caserta, vive a Roma. Scrittore ed editorialista. Per Einaudi ha pubblicato reportage, raccolte di racconti e romanzi.
Ruggero Savinio
Nato a Torino, vive a Roma. Pittore e scrittore è figlio di Alberto Savinio, nonché nipote di Giorgio de Chirico. Premio De Sica nel 2007, ha esposto le sue opere nelle più importanti gallerie internazionali.
In uscita Dicembre 2017

€100,00