Mostra tutti i 3 risultati

  • Copertina di Libera il futuro

    Libera il futuro

    Quindici lezioni dal digitale per migliorare il nostro mondo Prosegui sul sito del rivenditore

    Libera il futuro

     

    Le certezze e il bisogno di certezze sono il principale ostacolo che imprigiona il nostro futuro nei limiti del passato e ci impedisce di vivere il mondo come potrebbe essere.

    In un intreccio di ricordi, libri, viaggi, film, storytelling, esercizi e design thinking, Mafe de Baggis propone un metodo per affrontare problemi personali e sociali nato dall’esperienza fatta in trent’anni di vita in rete, innamorandosi, lavorandoci, facendo amicizia, discutendo e scuotendo tantissimo la testa. “Abbiamo rotto Internet e possiamo aggiustarla” è una delle conclusioni, purché accettiamo di dover mettere in discussione quello che crediamo di sapere.

    Ci lamentiamo sempre della velocità della tecnologia. Ma se invece di spaventarci ci fermassimo a riflettere ci sorprenderemmo a pensare in un modo diverso, che tiene insieme il web e la natura, la realtà sensibile e quella digitale, la mente e il corpo. E ci rende più agili, più flessibili, più leggeri. Si chiama digital mindset e ha cambiato il mondo in cui viviamo. Ma noi, che cosa abbiamo imparato?

    Guarda il TedX di Mafe de Baggis: “Rammendare internet”

    Prosegui sul sito del rivenditore
  • Copertina di Hybrid

    Hybrid

    Postumano e mutazione della specie Prosegui sul sito del rivenditore

    Hybrid

     

    «L’umanità sogna di oltrepassarsi proprio quando sente di essere sull’orlo di una catastrofe».

    Al postumano (o transumano) ci siamo già arrivati: cibo geneticamente modificato, protesi di nuova generazione, tecnologie riproduttive, clonazione… Tutto questo può essere visto sia come felice opportunità (con nuove straordinarie forme di soggettività, aperta anche verso gli animali) sia come cupa distopia (l’incubo di una intelligenza artificiale in grado di governare il mondo senza di noi).

    Un gruppo di scienziati e umanisti ci guida nelle profondità del problema e delle sue implicazioni bioetiche, lasciando poi a noi la scelta: sgomenti o entusiasti?

     

    Prosegui sul sito del rivenditore
  • Copertina di L'uomo nudo

    L’uomo nudo

    Prosegui sul sito del rivenditore

    L’uomo nudo

     

    Sono chiamati i big data. Li detengono Google, Apple, Facebook o Amazon, i giganti del digitale che succhiano miliardi di dati della nostra vita attraverso internet, gli smartphone e i dispositivi connessi. Il controllo delle nostre esistenze si verifica a tutto vantaggio di una nuova oligarchia mondiale. Per i big data la democrazia è obsoleta, come pure i suoi valori universali. Se li lasciamo fare diventeremo domani “uomini nudi”, senza memoria, programmati, sotto sorveglianza. È ora di agire.

    Prosegui sul sito del rivenditore